Foppiano Boulder

Blog

Diego Neonati // foto di Encore 2013 usate nella home

Claudio Camisasca // foto bambini di Encore 2013 usate nella home

Matteo Zanga // gallery Ouverture 2012

Mattia Angelo Zorzolo // gallery Encore 2013

Simone Borroni // realizzazione logo FoppianoBoulder

Mauro Corso // foto nella pagina Introduzione

aleotti1999: la scoperta dei sassi di Foppiano è legata ai nomi di Andrea Aleotti ed Elisa Fantonetti che, durante l'estate, s’incamminarono per il sentiero che conduce al Cistella imbattendosi nel giardino di sassi.

Nacquero, così, le prime linee nei settori Mezzaluna e Assalto frontale e, negli anni seguenti, altre perle come Bad religion o i primi passaggi al settore Prosciugator.

Allo sviluppo della zona contribuirono, negli anni successivi, anche Mauro Colombo, Marcello Azzari, Fabio Bricalli e il gruppo di Varese con l’apertura di alcune tra le linee più dure del bosco.

2002-2007: ha inizio la seconda fase di valorizzazione a opera di Dario Rota e Lorenzo Deho' che, rapiti dalla bellezza dell’alpe, cominciarono a esplorare la zona, capendo l’enorme potenziale di nuove linee.

2011-2012: il 2011 ha visto il ritorno di un personaggio chiave nella storia di Foppiano: Luca Cendou.

Nello stesso anno la premiata ditta Rota-Cendou, con la preziosa collaborazione di Graziano “Il Druido” Biancossi, ha dato avvio alla pulitura sistematica dei sassi e del bosco spazzolando in un anno la bellezza di 80 sassi e liberando 200 linee, valorizzando il Sass Fendù, diventato poi il simbolo di Foppiano, dando vita al settore omonimo e a quello del Tavoliere.

L’anno successivo, insieme agli attivissimi ragazzi del gruppo Way Out, hanno organizzato l’Ouverture, raduno di eccezionale successo che ha visto più di 250 partecipanti, grazie ai quali sono state salite 40 nuove linee, tutte riportate in questa guida.

Nell’estate 2012 si aggiunge al gruppo Gabriele Palazzo, col quale inizia la pulizia di tre nuovi settori: Sass Giana, Canyon e Le Curve.

2013: Foppiano è in continuo sviluppo grazie agli sforzi del team di foppianoboulder.it e dei ragazzi della Way Out.

I settori oggi presenti rappresentano solo una parte di tutto il potenziale che il bosco offre e che, nei prossimi anni, verrà valorizzato e regalato alla ricettiva comunità verticale dei sassisti.

[Informazioni estratte della guida ufficiale, pag. 6.]

locandina encore-682x1024"Lo stato dell'arte"

gallery Guarda la gallery

L'attivita' di valorizzazione dell'area boulder non finisce dopo Ouverture 2012, ma continua incessantemente e grazie al lavoro svolto durante i primi freddi dell'autunno e le innevate giornate invernali del 2013, quattro nuovi settori vengono alla luce: le curve, i canyon, sass Giana e il pozzo (gia' parzialmente esplorato lo scorso anno).

Il 2013 segna una tappa fondamentale per la storia del bosco e la sua valorizzazione: Foppiano Boulder 2013, la guida ufficiale.

Dopo un anno intero di raccolta fotografica ed elaborazione digitale, Dario Rota, affiancato da Luca Cendou e Gabriele Palazzo, pubblicano il volume che in 200 pagine raccoglie e presenta lo stato dell'arte dei passaggi di Foppiano.

Presentata al durante il raduno, raccoglie molto entusiasmo, per via dell'impaginazione ricca ma di semplice lettura, e delle molte foto presenti che ne arricchiscono le pagine.

Encore 2013 conta piu' di 200 partecipanti, con il consueto tutto esaurito di magliette e mappe, ma quello che piu' conta e' che nei mesi dopo il raduno e per tutta l'estate, Foppiano ha visto la maggior frequentazione di sempre.

Un risultato che ci riempie di soddisfazione e che conferma lo straordinario fascino del luogo, oltre che la bellezza e la quantita' dei passaggi, ad oggi piu' di 500.

150795 296974933717641 595628575 n"Foppiano si apre al mondo"

gallery Guarda la gallery

Dopo l'ultimo anno di intensa esplorazione e seriale pulitura di nuovi passaggi, Ouverture segna un passo importante per la storia di questo bosco: Foppiano si svela alla comunita' boulder e torna a far parlare di se, dopo un lungo periodo di silenzio.

Grazie ad un attento lavoro nel bosco, una prima mappa completa dei sassi, un ricco pacco gara ed una comunicazione mirata, Ouverture 2012 conta circa 250 partecipanti, ed un tutto esaurito di magliette e materiale promozionale.

Grande successo di numeri quindi, ma e' soprattutto il feedback entusiastico dei sassisti a convincerci della buona riuscita di questo primo evento pubblico da noi organizzato, e del potenziale che ancora giace sotto il muschio di molti sassi ancora da pulire.

locandina-2011"La genesi del progetto"

gallery Guarda la gallery

Liberablocco e' stato il primo esperimento di condivisione del lavoro di pulitura fatto saltuariamente negli ultimi anni e ripreso da Dario Rota e Luca Cendou in modo serio e continuativo nell'estate 2011.

Questo meeting ha rappresentato la prova pilota di un possibile raduno in piu' grande stile, idea che stava cominciando a formarsi.

Questo piccolo e primogenito evento e' stato concepito su invito personale, destinato a pochi fedeli amici sassisti con la voglia di mettersi o rimettersi in gioco come sassisti, esploratori e pulitori di sassi.

panoramaL’alpe di Foppiano si trova a quota 1.217 metri s.l.m. ai piedi del Monte Cistella, vetta simbolo dell’Ossola.

I sassi, costituiti da gneiss grigio a tacche e fessure e posti per la maggior parte all’interno del folto bosco di Faggi e Abeti rossi, possono raggiungere i 6/7 metri d’altezza (il Sass Fendù e Le Fessure ne sono celebri esempi).

Il sole scalda il bosco dalle 10 del mattino e tramonta oltre la cresta della Torriggia intorno alle 4 pomeridiane.

La quota, alta ma non eccessiva, l’assolamento e la copertura delle fronde rendono Foppiano una meta visitabile per un lungo periodo dell’anno, da metà aprile a fine ottobre.

I periodi migliori restano primavera e inizio autunno poiché, nei pomeriggi d’estate, l’umidità si fa spesso sentire.

Resta, sempre e comunque, molto piacevole il sottobosco che rimane fresco anche nelle giornate più accaldate.

[Informazioni estratte della guida ufficiale, pag. 7.]

copertina web

In principio...

"In principio erano i sassi."

Comincia cosi' Foppiano Boulder 2013, opera di passione e grande dedizione per quest' area boulder immersa in un ambiente incantevole.

Una guida innovativa

Foppiano Boulder 2013 e' la guida ufficiale del bosco ossolano che ospita ora 200 sassi per un totale di 500 passaggi.

Studiata con un design innovativo, e' realizzata per poter essere letta in modo rapido, intuitivo e molto visuale.

Le 200 pagine a colori rappresentano lo stato dell'arte del grande lavoro di pulizia e valorizzazione ad opera dello staff di foppianoboulder.it

Dove acquistarla

Potete trovare Foppiano Boulder 2013 presso la libreria Grossi a Domodossola, all'albergo Pizzo del Frate direttamente a Foppiano oppure presso Way Out centro fitness e arrampicata.

Il volume ha il costo di 18 euro.

 

 

Dopo l'intensta stagione di esplorazione, pulitura, stesura della guida e organizzazione di Encore 2013, e' venuto il tempo di cambiare la veste grafica al sito di FoppianoBoulder.

Con l'intento di condividere la bellezza dell'alpe di Foppiano, nasce oggi una nuova galleria fotografica, dove troverete quelli che secondo noi sono i migliori scatti realizzati nel bosco.

Quando si osserva il roccioso Cistella, si viene invasi da quell’atmosfera di riverente ed alpina severita’ tipica dei profondi e lussureggianti paesaggi e delle selvagge vette ossolane.